Beatrice Baratto intervista Giulia Gorlero

Home/Press/Beatrice Baratto intervista Giulia Gorlero

Beatrice Baratto intervista Giulia Gorlero

Imperia. Giulia Gorlero, medaglia d’argento alle Olimpiadi di Rio 2016 con la Nazionale Italiana di pallanuoto. Per quanto sia strano e’ ancora più bella del solito, il viso disteso e l’espressione sorridente di chi ha la consapevolezza di aver compiuto qualcosa di importante che rimarrà per sempre tra i ricordi più belli. Jeans, top bianco, i capelli legati; a vederla così sembra davvero la ragazza della porta accanto e non una campionessa reduce da un’Olimpiade che l’ha vista salire sul podio d’onore.Mi mostra orgogliosa la sua medaglia che al solo guardarla le fa brillare gli occhi.

Giulia sei pronta per Tokio 2020?

” In realtà sono pronta a partire per le vacanze tra pochi giorni e poi penserò seriamente al mio futuro e non solo quello nel mondo dello sport. Non so ancora cosa farò e, sebbene mi abbiano cercato squadre come Cosenza, Catania, Prato non ho le idee chiare”.

Come hai trovato Rio?

” Non ho avuto molto tempo per girare nel centro della città ma quello che mi ha profondamente colpito e’ il fatto che siano stati spesi milioni di euro per costruire strutture pazzesche in un Paese con una realtà così difficoltosa. E, in più molte delle persone che hanno lavorato in conclusione delle strutture non sono state pagate. Mi auguro solo che, spenti i riflettori sui giochi, ciò che è stato realizzato venga messo a disposizione della gente comune, dei tantissimi bambini e giovani che vivono a Rio.”

Si è parlato più volte di possibili attentati da parte dell’Isis durante lo svolgimento delle gare. Hai mai avuto paura di questo?

” Avevamo tutti timore alla cerimonia di apertura dei giochi, quello poteva essere il momento ideale per colpire e sarebbe stata un’autentica strage. Il servizio d’ordine era imponente ma la sicurezza all’interno del villaggio olimpico era davvero poca, avrebbe potuto entrare chiunque.

Decisamente più controlli e super blindato il villaggio a Londra.

Nei primi giorni gli atleti australiani hanno subito furti nelle loro abitazioni tant’è che hanno abbandonato il villaggio e si sono trasferiti in hotel.

Federica Pellegrini?

” Una grande atleta mi spiace solo che non abbia portato a casa una medaglia soprattutto se è vero, come lei ha dichiarato, che quella di Rio e’ stata la sua ultima performance sportiva”.Sempre più spesso le campionesse dello sport ma anche i maschi, sono facce da copertina, testimonial per importanti griffe calcano le passerelle dell’alta moda cosa ne pensi?

” Questo accade soprattutto per gli sport individuali in cui ogni atleta ha la possibilità di emergere anche come personaggio. Noi della nazionale di pallanuoto siamo state protagoniste della campagna sociale contro la violenza sulle donne. Però se arrivasse Armani a chiedermi di sfilare per lui non gli direi certo di no”.

Sport di serie A e di serie B. Compensi alle stelle per calciatori, tennisti e piloti di formula uno. Come ve la passate voi con gli stipendi?

” Lasciamo perdere questo discorso, diciamo che prendiamo più o meno quanto un normale impiegato. Noi ce li sogniamo davvero gli ingaggi dei calciatori”.La città di Imperia e’ pronta a celebrare il vostro trionfo il quattro di settembre con una grande cerimonia.

 Ti fa piacere?

“Andrò con piacere alla cerimonia in nostro onore ma se vedrò presente anche solo un dirigente della Rari Nantes me ne andrò immediatamente”.

Polemica?

” No. Realista. Hanno detto che me ne sono andata unicamente per una questione economica.

Balle. Me ne sono andata perché nell’anno più importante della mia vita non sono stati in grado di darmi garanzie e la possibilità di allenarmi in maniera adeguata per le Olimpiadi. Il sogno di ogni atleta. Ed io questo non posso e non voglio dimenticarlo”.

Qual è stata la tua reazione appena hai realizzato di avere vinto l’argento?” Ho pianto. Ma non di gioia. Ho pianto perché non avevo vinto la medaglia d’oro”.Hai sul braccio in tatuaggio con i cinque cerchi, simbolo delle olimpiadi. Quando lo hai fatto?

” Quando ho disputato le olimpiadi a Londra nel 2012 ma adesso mi farò tatuare accanto una stella d’argento”.

Siete tredici donne in squadra, non dev’essere facile la convivenza.

” E’ difficile andare d’accordo. Sempre.capita ci siano momenti di tensione e di nervosismo oltre al fatto, naturale, che ci siano persone con le quali si instaura un rapporto più profondo.”

Quali sono le ragazze alle quali sei più legata?

“Arianna Garibotti e Laura Teani che è il portiere di riserva. Sembra strano ma è così tant’è che lei mi ha mandato un messaggio che mi ha fatto venire le lacrime agli occhi, scrivendomi quanto sia stata orgogliosa ed onorata di essere la mia seconda

Share
2019-03-19T17:26:25+00:00 Settembre 21st, 2016|Press|0 Comments

download free uapkmod,action game apk mod, android apps apk mod